Il mese di agosto si è chiuso, in modo inconsueto, con una forte crescita del mercato europeo dell’auto. A trainare le vendite il forte balzo delle elettriche “spinte dagli incentivi generosi – spiega il Centro Studi Promotor – che in alcuni casi scadevano proprio in agosto, come nel caso della Germania”. Per la seconda volta quest’anno l’elettrico ha superato il diesel, diventando la terza scelta più popolare tra gli acquirenti di nuove auto. Continua a crescere la quota di mercato di Tesla (+242,5%) che passa dal 3,1% al 3,8%. In tutta l’area Ue, Paesi Efta e Regno Unito – secondo i dati diffusi dall’Acea, l’associazione dei costruttori europei – sono state vendute 904.509 auto, il 20,7%in più dello stesso mese del 2022. Nei primi 8 mesi dell’anno le immatricolazioni sono state 8.516.943 auto, in crescita del 17,9% sull’analogo periodo del 2022. Le vendite di auto elettriche nell’area sono state in agosto 165.165, in aumento del 118,1% con una quota del 21%. Tutti i mercati tranne Malta (-22.6%) hanno registrato una crescita a doppia o tripla cifra, in particolare la Germania (+170.7%). L’Italia è tra i mercati europei in cui la quota di auto elettriche è più bassa: pur crescendo dello 0,3% rispetto al 2022, non va oltre il 3,9%. Peggio fanno solo Polonia (3,5%), Croazia (2,8%), Repubblica Ceca (2,7%) e Slovacchia (2,4%). “Colpa delle insufficienti infrastrutture di ricarica, ma soprattutto del ritardo nell’attivazione degli incentivi che sono in vigore da 7 anni in Germania, 12 nel Regno Unito, 13 in Spagna, 14 in Francia”, sostiene Il direttore generale dell’Unrae, Andrea Cardinali. Bene le vendite di elettriche in Europa, ma frena la domanda dei privati, sottolinea il presidente del Centro Studi Promotor, Gian Primo Quagliano. Due le cause: innanzitutto l’incertezze sul tipo di alimentazione per la nuova auto da acquistare legate alla transizione energetica, ma pesa anche la forte crescita dei prezzi delle auto e l’aumento del costo del denaro che ha determinato significativi incrementi anche del costo del finanziamento per l’acquisto di auto. Il gruppo Stellantis ha venduto 145.392 auto nel mese di agosto in Ue, Paesi Efta e Regno Unito, il 6,3% in più dello stesso mese del 2022, con una forte crescita di Jeep (+94,6%). La quota di mercato scende dal 18,2% al 16,1%. Tra le case automobilistiche registrano risultati positivi Renault (+22,1%) e Volkswagen (+20,5%).

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//glogopse.net/4/6884838