Apple ha pubblicato un nuovo post sul blog del team WebKit in cui sono descritti dettagliatamente gli aggiornamenti che hanno portato significativi miglioramenti alle prestazioni di Safari negli ultimi mesi.

Questi miglioramenti arrivano dopo il debutto di Speedometer 3.0, il benchmark per la misurazione della velocità dei browser web nato dalla collaborazione tra Apple, Google, Mozilla e Microsoft. Invece di limitarsi a misurare semplicemente la velocità di download, Speedometer 3.0 simula le interazioni dell’utente con i siti web per fornire una misura più accurata delle prestazioni del mondo reale.

Secondo quanto affermato da Apple, l’introduzione di Speedometer 3.0

“rappresenta un importante passo avanti nel rendere il Web più veloce per tutti e nel consentire agli sviluppatori Web di creare siti Web e applicazioni Web che prima non erano possibili”.

Il team WebKit di Apple afferma di aver migliorato con successo il punteggio del Speedometer 3.0 di Safari di circa il 60% tra il rilascio di Safari 17.0 a settembre e il rilascio di Safari 17.4 a marzo. Questi miglioramenti, afferma Apple, significano che gli sviluppatori possono creare siti Web e app Web ancora più veloci.

Il team ha ottenuto una serie di importanti ottimizzazioni nel layout e nel codice di rendering ed è stato anche ottimizzato il modo in cui vengono calcolate le proprietà animate dal codice Web Animations, enumerando solo le proprietà interessate. Risolti, inoltre, una serie di colli di bottiglia prestazionali nel motore di layout in linea, è stato migliorato il layout SVG, il tasso di riscontro della cache di IOSurface ed è stato ridotto il tempo di attesa per il processo GPU.

Un’area che è stata esaminata è quella del codice di riempimento automatico di Safari. Safari utilizza JavaScript per implementare la logica di riempimento automatico e questo tempo di esecuzione veniva visualizzato nel profilo Speedometer 3.0. Il team di sviluppo ha reso questo codice molto più veloce aspettando che i contenuti della pagina si sistemassero prima di eseguire alcune operazioni per il riempimento automatico.

Con tutte queste ottimizzazioni e decine di altre, siamo riusciti a migliorare il punteggio complessivo di Speedometer 3.0 di circa il 60% tra Safari 17.0 e Safari 17.4. Anche se le progressioni individuali erano spesso inferiori all’1%, nel tempo si sono accumulate tutte insieme per fare una grande differenza.

Oltre alle ottimizzazioni apportate in WebKit, sono state apportate ottimizzazioni anche per Safari e poiché alcune di queste hanno portato benefici anche a Speedometer 2.1, effettuando un benchmark su questa versione, secondo quanto affermato da Apple, Safari 17.4 è anche circa il 13% più veloce di Safari 17.0.

Il post completo del blog contiene moltissimi dettagli tecnici sul lavoro svolto per ottimizzare WebKit e Safari per Speedometer 3.0.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//shulugoo.net/4/6884838