Sembra un tamagotchi ma non lo è: r1 è ben di più, e a detta del CEO di rabbit – start-up con base a Santa Monica che lo ha progettato e realizzato – è un prodotto sensazionale. Stiamo parlando di un dispositivo AI basato su un rivoluzionario sistema operativo in linguaggio naturale capace di andare oltre le app. Meglio, è l’OS che accede alle app al posto dell’utente elaborando la migliore soluzione possibile.

Il sistema operativo di r1, rabbit OS, è il primo OS creato su Large Action Model (LAM), modello di base proprietario di Rabbit in grado di dedurre e modellare azioni umane su interfacce dei computer apprendendo le intenzioni ed il comportamento degli utenti quando usano specifiche app, quindi imitarle ed eseguirle in modo affidabile e rapido.

r1 vuole dunque andare oltre le app attraverso un’interfaccia “trasversale” gestita interamente dall’intelligenza artificiale. E se ChatGPT genera testo sulla base delle domande degli utenti, il LAM di rabbit OS “genera azioni per conto degli utenti per aiutarli a portare a termine le attività“.


COS’E IL LAM

Il Large Action Model accede alle app al posto dell’uomo, apprendendone i comportamenti e replicandoli.

  • comprende le intenzioni umane
  • avvia interfacce in tutti gli ambienti mobile e desktop su una piattaforma cloud
  • interagisce con le app per il raggiungimento degli obiettivi

Lato utente: nessuna interazione con le app, è il LAM a svolgere in modo proattivo tutte le attività necessarie al posto nostro.

COS’ RABBIT OS

Basato su LAM, rabbitOS svolge attività semplici – come accendere una luce – e più complesse – come prenotare un viaggio o fare la spesa online. Viene presentato graficamente con la figura di un piccolo coniglio che compare sullo schermo. Tramite il portale web rabbit hole gli utenti potranno abilitare le funzionalità di r1: il dispositivo agisce nel rispetto della privacy e della sicurezza, garantisce la start-up, le informazioni personali non vengono mai memorizzate.


COS’ R1

Viene definito come un portale hardware autonomo per eliminare le distrazioni e aiutare gli utenti a gestire le attività digitali quotidiane in modo più smart, efficiente e piacevole. É compatto e leggero (115g), viene proposto nella colorazione Luminous Orange con un display touch da 2,88″, un tasto push-to-talk, una rotella di scorrimento e Rabbit Eye, fotocamera rotante a 360° per le videochiamate e non solo.

Non richiede alcuno smartphone per funzionare, è totalmente indipendente essendo dotato di connettività WiFi e cellulare. É dotato di processore MediaTek Helio P35, 4GB di RAM, 128GB di storage, slot per SIM e porta USB. La batteria garantisce un giorno pieno di utilizzo.

r1 è disponibile in prevendita a 199 dollari + spese di spedizione e tasse. Le spedizioni partiranno a marzo negli Stati Uniti, per gli altri Paesi – Italia inclusa – i preordini sono aperti ma per riceverlo a casa sarà necessario aspettare un po’ di più.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//mordoops.com/4/6884838