Un thriller dal respiro internazionale come il cast, su tutti Matilde Gioll insieme a Luka Zunic. Sono partite le riprese del thriller Dedalus prodotto da Camaleo e Eagle Pictures diretto da Gianluca Manzetti.

Una visione internazionale, una storia e una produzione capace di dialogare con un pubblico che vada al di là dei nostri confini. Un’intenzione sempre più cruciale per il nostro cinema, confermato da un nuovo thriller, Dedalus, le cui riprese sono appena partite. Si tratta di una produzione Camaleo e Eagle Pictures, diretto da Gianluca Mazzetti e interpretato da Luka ZunicMatilde GioliFrancesco RussoGiulio BeranekGiulia Elettra GoriettiStella Pecollo, e con Gian Marco Tognazzi e l’amichevole partecipazione di Carolina Rey.

Il film è prodotto da Camaleo, Weekend Films e da Eagle Pictures. L’opera è realizzata in co-produzione con la spagnola Koboflopi e la polacca Agresywna Banda, con il sostegno del MIC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo e Regione Lazio – Lazio Cinema International. Le riprese dureranno cinque settimane e si svolgeranno a Roma e dintorni, tra cui la bellissima location di Castello Brancaccio e i sotterranei del Parco della Caffarella.

Gianluca Manzetti, già assistente alla regia di Sollima, Ozpetek e a capo della seconda unità di Dampyr, in questa opera seconda racconta con i toni del thriller un pericoloso social game in cui sei content creator in uno spazio isolato dove si trovano a competere in stile Squid Game in giochi sempre più pericolosi dove tutti diventeranno sia carnefici che vittime.

La trama di Dedalus

Michele, Tiziana, Leo, Antonella, Filippo e Belinda sono i sei content creator selezionati per partecipare a DEDALUS, un nuovo social game che promette di ridefinire il mondo del Web 3.0 e rendere ricco e famoso il vincitore. Rinchiusi in un’arena isolata, i concorrenti partecipano a giochi che via via si rivelano sempre più pericolosi.

Quello che sembrava un semplice gioco si trasforma lentamente in qualcosa di completamente diverso, e i creator, da concorrenti, si ritrovano ora ad essere sia carnefici che vittime di un’elaborata vendetta.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//whulsaux.com/4/6884838