Per un volto ben rasato in modo delicato e in pochi minuti, i rasoi elettrici sono ancora la soluzione più gettonata – specialmente gli ultimi modelli ancora più facili da pulire e da tenere efficienti. L’unico problema è scegliere il modello giusto: senza andare troppo al risparmio per poi trovarsi in mano un prodotto scadente né spendere una fortuna per un gadget con milioni di accessori o di funzionalità che non sempre servono a tutti.

Rasoi elettrici: cosa controllare prima di acquistare

Il mercato dei rasoi elettrici è di dimensioni piuttosto contenute, con poche case produttrici che nel corso degli anni si sono costruite una solida reputazione. Per quanto non ci siano quindi centinaia di brand tra i quali scegliere, l’offerta di modelli è comunque ampia. È allora importante avere in mente quali sono le caratteristiche principali da osservare prima di selezionare il modello da acquistare:

  • Testina rotante o a lamine: mettendo uno di fianco all’altro un rasoio marchiato Philips e uno Braun (o Panasonic) appare subito evidente una differenza stilistica. Philips adotta una tecnologia a testine rotanti, mentre Braun utilizza un sistema di rasatura a lamine. Si tratta di due soluzioni altrettanto valide, ognuna con i suoi punti di forza e le sue debolezze. I modelli a testina rotante coprono una superficie maggiore e sono più efficaci nel tagliare peli in direzioni diverse, mentre i modelli a lamine si comportano meglio nelle zone più scomode da raggiungere del viso.
  • Wet & Dry: la dicitura “Wet & Dry” viene utilizzata per indicare i rasoi che possono essere utilizzati su pelli asciutte e anche bagnate, adatti quindi all’uso con gel e schiume. Inoltre, alcuni modelli vantano una certificazione ip che ne garantisce l’uso anche sotto la doccia.
  • Sensori: i modelli più avanzati tecnologicamente sono dotati di sensori che rilevano il livello di pressione sulla pelle e la densità di peli disponibili, regolando automaticamente la velocità del movimento delle lamette per garantire una rasatura perfetta in qualunque situazione.
  • Base: continuando a parlare dei modelli d’alta fascia, è facile imbattersi in rasoi dotati di basi utilizzate sia per la ricarica che per la pulizia, con programmi appositamente studiati per igienizzare la testina dopo l’uso. Il loro funzionamento avviene tramite cartucce contenenti soluzioni detergenti, da acquistare separatamente.
  • Accessori extra: grazie alla possibilità di rimuovere il corpo che contiene la testina, alcuni modelli permettono l’utilizzo di accessori extra per regolazioni di precisione su baffi e basette.
  • Autonomia: a parte il Remington PR1330, tutti i modelli proposti nella nostra carrellata sono dotati di batterie ricaricabili. L’autonomia è variabile, ma solitamente si attesta in un lasso di tempo compreso tra i quarantacinque minuti e l’ora.

I migliori rasoi elettrici: le nostre scelte

La nostra carrellata dei migliori rasoi elettrici attualmente disponibili sul mercato è stata concepita per soddisfare qualunque tipo di esigenza. Abbiamo selezionato modelli sostanzialmente diversi tra loro, spaziando dalle più semplici soluzioni da viaggio a quelle più tecnologiche, dotate di sensori di rilevazione dello spessore della barba, di basi di pulizia e di sistemi di ricarica wireless. In qualunque caso, le nostre scelte possono tutte vantare un eccellente rapporto qualità-prezzo, e sono pronte a confrontarsi con ogni tipo di rasatura. Rimanendo in tema, chi volesse limitarsi a una semplice spuntatura può consultare la nostra guida dedicata ai migliori regolabarba del momento, mentre chi volesse affidare altri aspetti della propria igiene personale alla tecnologia, può ampliare il proprio raggio d’azione scegliendo tra i migliori spazzolini elettrici, i modelli sonici e a ultrasuoni e i migliori idropulsori. Per chi infine cerca solo un po’ di relax, abbiamo raccolto i migliori massaggiatori cervicali del momento.


By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//thuthoock.net/4/6884838