I portafogli smart sono congeniali per chi vuole viaggiare leggero, e desidera ridurre al minimo lo spazio occupato nelle proprie tasche. Progettati con il concetto di ottimizzazione delle dimensioni come elemento cardine, i portafogli smart sono pensati anche per garantire un elevato livello di sicurezza, con l’utilizzo di sistemi di schermatura rfid che eliminano il rischio di essere vittime di frodi legate alle carte di credito. Inoltre, per i più smemorati, alcuni modelli sono dotati di sistemi di localizzazione, che consentono di individuarne comodamente la posizione attraverso il proprio smartphone. Abbiamo scelto i migliori di tutti i tipi e per tutte le tasche.

Le caratteristiche chiave

Quali sono i tratti distintivi che differenziano un portafoglio smart da un modello non smart? La risposta è alquanto semplice: dimensioni e sicurezza. Per quanto non esistano vere e proprie regole o modelli definiti da cui partire, sono infatti quelli appena citati i due elementi che rendono “intelligente” un portafoglio.

Dimensioni

I portafogli smart sono pensati per sfruttare al massimo ogni centimetro quadrato, e sono progettati adottando soluzioni di design che ne facilitino l’utilizzo. Gli scomparti che accolgono le carte di credito sono solitamente caratterizzati da sistemi di “espulsione”, quali a esempio meccanismi a molla gestiti da levette a scorrimento o da pulsanti, che permettono con un semplice e rapido movimento di estrarre in maniera istantanea una o più tessere. Inoltre, se i modelli più compatti si rivolgono a chi desidera viaggiare ultraleggero, con il minimo indispensabile, il mercato propone anche soluzioni che si avvicinano maggiormente ai portafogli più tradizionali, e che dispongono anche di scomparti in cui inserire denaro contante, sia esso sotto forma di banconote o di monete.

Sicurezza

I portafogli smart, nella loro interezza o limitatamente agli scompartimenti demandati ad alloggiare le carte di credito, sono realizzati in materiali che bloccano i segnali radio che permettono il collegamento tra le carte e i lettori, eliminando di conseguenza i rischi di vedere i propri dati recuperati da malintenzionati. Definita “protezione rfid” (acronimo di Radio Frequency Identification), si tratta di una vera e propria barriera che consente di muoversi con la massima sicurezza. In aggiunta, alcuni modelli di portafogli smart sono dotati di alloggiamenti per AirTag, piccolo tracker targato Apple che consente una localizzazione estremamente comoda e precisa.

Come li abbiamo scelti

Nello scegliere i migliori portafogli smart in circolazione abbiamo cercato di proporre opzioni che si adattassero a differenti esigenze, partendo dalle soluzioni più compatte e minimali fino ad arrivare a quelle che dispongono anche di spazi dove alloggiare banconote e monete. A prescindere dalle dimensioni, ci siamo sempre premurati di selezionare solamente modelli realizzati con materiali di qualità, capaci di resistere senza battere ciglio a un utilizzo quotidiano. Infine abbiamo dedicato un piccolo spazio a tre gadget che possono tornare utili per chi vuole rendere “più moderno” il proprio portafoglio aggiungendo protezione rfid e sistemi di tracciamento. Per chi poi sta dando una rinfrescata al proprio parco accessori, abbiamo raccolto anche le migliori borse per l’università, gli zaini porta pc per pendolari o le varianti in plastica riciclata per tutti gli scenari.


By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//acoudsoarom.com/4/6884838