Cineblog vi propone una speciale classifica cinematografica con 10 film horror e thriller ambientati a Natale.

24 Dicembre 2023 14:54

Natale è alle porte, e per celebrare la Vigilia e farvi gli auguri, Cineblog vi propone una classifica natalizia un po’ particolare, tanto per sparigliare un po’ le carte ed evitare le consuete liste di film di Natale che si stilano in questo periodo, scegliendo con un po’ di pigrizia pellicole un tantino scontate.

10 film da guardare la mattina da Natale (6)

Per iniziare abbiamo deciso di pescare dalle produzioni horror a sfondo natalizio, un sottogenere piuttosto prolifico e che ogni anno ci regala qualche “chicca”. Inoltre abbiamo pescato da produzioni recenti tutte prodotte dopo il 2010, così da evitare di tornare su classici indiscutibili ma arrivati al 2023 e con un corposo numero di classifiche alle spalle, ormai citati ad oltranza con il rischio inevitabile di ripetersi.

I nostro “10 film di Natale da paura” includono Babbi Natale animatronici, elfi assassini, il Grinch come non lo avete mai visto, zombie da musical, creature varie e tutto il repertorio thriller/horror che ha fatto la fortuna del genere.

1. Silent Night di Steven C. Miller (2012)

In una tranquilla cittadina pronta per la parata natalizia un Babbo Natale da incubo con un sacco pieno di dolore, violenza e terrore dispensa la giusta punizione a pestifere ragazzine, sacerdoti viziosi, ragazze dedite al libertinaggio e a chiunque abbia bisogno di un po’ di violenta ed efferata redenzione.

  • Il film oltre ad essere un remake di Natale di sangue aka Silent Night, Deadly Night è anche parzialmente ispirato al vero massacro di Covina Holiday, avvenuto la vigilia di Natale del 2008.
  • L’atto di uccidere qualcuno impalandolo sulle corna di una testa di cervo impagliato appesa al muro è un omaggio diretto all’originale Silent Night, Deadly Night (1984), quando l’attrice e scream queen Linnea Quigley viene uccisa nel medesimo modo.
  • Il film è disponibile su Amazon Prime Video.

2. Non fate infuriare l’elfo / There’s Something in the Barn di Magnus Martens (2023)

‘horror natalizio con elfi assassini (5)

Una famiglia americana realizza il sogno di tornare alle proprie radici dopo aver ereditato una remota baita tra le montagne della Norvegia. Tuttavia, li aspetta una grande sorpresa. Nel fienile della casa vive un elfo dal brutto carattere. Quando la famiglia inizia a far infuriare la creatura, ne consegue una dura e sanguinosa lotta per la sopravvivenza.

  • Il film è stato descritto come “Gremlins incontra “Mamma ho perso l’aereo e National Lampoon’s Vacation”.
  • Questo originale film di Natale è diretto Magnus Martens che ha diretto anche il thriller d’azione SAS: Red Notice con Ruby Rose e Andy Serkis e una corposa serie di episodi per serie tv di successo quali Agents of S.H.I.E.L.D., Fear the Walking Dead, The Walking Dead: World Beyond, Power e Luke Cage.
  • Il cast include Martin Starr, l’attore che capeggia in cima al poster del film è anche nel cast della serie tv Tulsa King con protagonista Sylvester Stallone, dove veste i panni di Lawrence “Bodhi” Geigerman, gestore di un dispensario di cannabis.
  • Il film arriverà a noleggio e in vendita sulle principali piattaforme dal 27 dicembre.

3. Una notte violenta e silenziosa di Tommy Wirkola (2022)

Una Notte Violenta e Silenziosa nuovi video e colonna sonora della commedia action natalizia al cinema (2)

Un film di Natale a tinte dark e un thriller ad alto tasso di violenza, una sorta di “Trappola di cristallo con Babbo Natale”. Quando una squadra di mercenari irrompe in un comprensorio di famiglie benestanti durante la vigilia di Natale, prendendo in ostaggio tutti i presenti, la squadra di criminali non è preparata ad affrontare un combattente che li sorprenderà: Babbo Natale (David Harbour, Black Widow, serie Stranger Things) è sul posto e sta per dimostrare perché questo Nick non è un santo.

  • Il logo sul furgone della società di catering si chiama “Farkus and Dill” in onore dei bulli in “A Christmas Story – Una storia di Natale” (1983).
  • Morgan Steel (Cam Gigandet) è basato su Mark Wahlberg. Come Wahlberg, Steel recita in diversi film sull’esercito, e dice che avrebbe potuto fermare i dirottatori dell’11 settembre se fosse stato a bordo dell’aereo, un’affermazione che purtroppo Wahlberg ha fatto (ma di cui si è scusato)
  • Scrooge chiede a Babbo Natale “Va bene, chi diavolo sei veramente, eh? Una guardia di sicurezza che ha visto troppi film d’azione?”, che ammicca alla domanda di Hans Gruber a John McClane in Trappola di cristallo (1988): “Conosci il mio nome ma tu chi sei? Sei uno dei tanti americani che hanno visto troppi film di avventure?”.
  • Nota la finestra in soffitta da cui Trudy guarda fuori. È la stessa nella casa di James Franco da cui Cesar guarda in L’alba del pianeta delle scimmie.
  • Il film è disponibile su Amazon e sulle maggiori piattaforme streaming.

4. Krampus – Natale non è sempre Natale di Michael Dougherty (2015)

Krampus racconta la storia del giovane Max, che volta le spalle al Natale quando la sua incasinata famiglia si riunisce per le feste e finisce per scontrarsi in maniera tragicomica. Quando accidentalmente viene scatenata l’ira del Krampus, un’antica entità dal folklore europeo, si scatena l’inferno e le amate icone delle festività assumono una mostruosa vita propria. Ora la famiglia divisa e in conflitto è costretta ad unire le forze per avere una qualche speranza di sopravvivere.

  • Krampus che si presenta come un’alternativa ironicamente raccapricciante al tradizionale racconto dei film di Natale è interpretato da Adam Scott, dalla candidata all’Oscar Toni Collette, dalla candidata al Golden Globe Allison Tolman, David Koechner, dalla candidata all’Emmy Conchata Ferrell (“Due uomini e mezzo”), Emjay Anthony, Stefania Owen e Krista Stadler.
  • Il film oltre ad una godibile atmosfera anni ’80 mette in mostra creature animatroniche ed effetti pratici a go go, con Krampus e suoi malevoli subalterni che sono stati creati dagli sforzi combinati di Weta Workshop e Weta Digital, società famose per gli effetti visivi delle trilogie Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit e per il remake King Kong.
  • Il film è disponibile su Amazon Prime Video o in alternativa su Apple TV.

5. Anna and the Apocalypse di John McPhail (2017)

In “Anna and The Apocalypse”, un’apocalisse zombie minaccia la sonnolenta cittadina di Little Haven durante le festività natalizie. L’evento mortale costringe Anna e i suoi amici a farsi strada e a sopravivvere combattendo, tagliando e, perché questo è un musical, cantando. Lungo la strada affronteranno i non morti, tra gli altri ostacoli, in una corsa disperata per raggiungere i loro cari. Sfortunatamente scoprono che nessuno è al sicuro in questo nuovo, sanguinoso mondo, e mentre la civiltà cade a pezzi intorno a loro, possono fare affidamento solo l’un altro.

  • Il film è stato descritto come “Shaun of the Dead incontra La La Land”.
  • L’idea di questo film di Natale con morti viventi è nata in realtà con Ryan McHenry, famoso per la serie di video di Ryan Gosling Will not Eat His Cereal. McHenry ha diretto un corto intitolato Zombie Musical che è diventato fonte d’ispirazione per il film. McHenry ha scritto la sceneggiatura con Alan McDonald e dopo la scomparsa di McHenry per un cancro nel 2015, John McPhail gli è subentrato alla regia del film.

6. Bloody Calendar / Le Calendrier di Patrick Ridremont (2021)

Eva (Eugénie Derouand) è paraplegica da tre anni. Per il suo compleanno, riceve in regalo uno strano calendario dell’Avvento. Queste non sono le prelibatezze tradizionali che scopre ogni giorno, ma a volte sorprese più inquietanti piacevole, spesso terrificante e sempre più sanguinoso.

  • Il film prende in prestito il mito faustiano e si ispira al folklore tedesco.
  • Il regista Patrick Ridreamont sul Calendario dell’Avvento: Ciò è dovuto soprattutto al fatto che il calendario dell’Avvento è un’invenzione tedesca. Ho fatto qualche ricerca e ho scoperto che era stato creato da un prete di Monaco all’inizio del XX secolo. Quindi ho considerato il calendario cinematografico il “calendario zero”, il primissimo calendario dell’Avvento, il calendario a matrice. E sono fortunato perché il mito faustiano viene dallo stesso paese. Il cinema ci permette quindi di immaginare storie collaterali con una fonte storica. Inoltre, quando vediamo la creatura, indossa una tonaca e una croce e sembra che abbia un lato ecclesiastico: mi sono detto che era un cappellano tedesco della Prima Guerra Mondiale che vendette la sua anima al diavolo…”
  • Il film è disponibile su Amazon Prime Video.

7. Christmas Bloody Christmas di Joe Begos (2022)

Dopo aver rinunciato ad un appuntamento su Tinder alla vigilia di Natale, la proprietaria di un negozio di dischi Tori si ritrova bloccata con il suo dipendente Robbie per la notte. Ma la notte è ancora giovane. Quando i colleghi fanno visita ad alcuni amici del quartiere, intenzionati a bere e divertirsi, invece, incrociano Robo-Santa: una macchina per uccidere animatronica di livello militare. E mentre l’unità malfunzionante si lancia in una dilagante follia omicida nelle strade innevate della città, Tori e Robbie devono affrontare una sanguinosa battaglia contro le probabilità e contro un Babbo Natale elettronico armato di ascia. Ora, un Babbo Natale omicida è in libertà e tutti sono sulla sua lista dei cattivi. Chi sarà in grado di fermare il freddo e brutale assassino?

  • La storia era stata inizialmente concepita per un remake di Natale di sangue (1984).
  • Il negozio di giocattoli T.W. BONKERS “Toy & Candy Emporium” è il vero nome del negozio che appare in primo piano nel film.
  • La maggior parte del film è stata girata a Placerville, in California, una storica città mineraria nelle montagne della Sierra Nevada, fuori Sacramento.
  • Il film è disponibile su Amazon Prime Video.

8. A Christmas Horror Story di registi vari (2015)

Natale dovrebbe essere un momento di gioia, pace e buona volontà. Ma per alcune persone nella piccola città di Bailey Downs si trasforma in qualcosa di molto meno festoso. Quando Krampus, l’anti-Babbo Natale che punisce i bambini cattivi, viene evocato da un ragazzino, inizia per tutti una disperata lotta per la sopravvivenza. A Christmas Horror Story uscirà negli States a ridosso di Halloween e più precisamente il prossimo 2 ottobre.

  • “A Christmas Horror Story” è un’antologia horror composta da tre storie intrecciate. Il film non fruisce solo di un cameo del leggendario William Shatner meglio noto come il Capitano Kirk di Stra Trek nei panni di un omicida, ma il cast dispone anche di volti noti del genere come George Buza (Diary of the Dead – Le cronache dei morti viventi), nei panni di un Babbo Natale che deve vedersela con i suoi elfi trasformati in zombie carnivori. Alla regia troviamo Rob Archer che per questo film si è affidato a make-up ed effetti pratici invece della solita CG e questo è un altro punto a favore del film.
  • In lingua tedesca e nel folklore alpino, i Krampus sono mostruosi uomini-caproni che si aggirano per le strade alla ricerca dei bambini “cattivi”. Secondo il folklore legato alla creatura, il Krampus durante il periodo natalizio punisce i bambini che si sono comportati male, in contrasto con San Nicolò (Santa Claus) che invece premia quelli ben educati con doni. L’origine di questa figura non è chiara, maalcuni esperti di folklore e antropologia hanno ipotizzato per il Krampus un origine pre-cristiana.

9. The Mean One di Steven LaMorte (2022)

Una vigilia di Natale, in una sonnolenta cittadina di montagna, la madre di Cindy viene uccisa e il suo Natale rubato dal Cattivo, un brontolone verde assetato di sangue con un costume rosso da Babbo Natale. 20 anni dopo, Cindy ritorna a Newville, dove il mostro instaura un altro sanguinoso regno di terrore che minaccia di distruggere il Natale. Ora Cindy ha un nuovo, audace scopo: intrappolare e uccidere “Quello cattivo”.

  • Liberamente ispirato all’iconico libro per bambini del 1957 Il Grinch (How the Grinch Stole Christmas!) del Dr. Seuss su una creatura irritabile che odia il Natale e che rovina le festività ad una piccola città. Il titolo “The Mean One / Quello cattivo” è tratto da una canzone originale usata nello speciale televisivo animato del 1966.
  • Nel film ci sono diversi riferimenti al Dr. Seuss e ad alcune delle sue opere: un ristorante si chiama Horton’s (Ortone e il mondo dei chi) un personaggio si chiama Doctor Zeus (un cenno a Dr. Seuss) e un personaggio beve da una bottiglia chiamata Geisel’s ( Il vero nome del Dr. Seuss è Theodore Seuss Geisel)

10. Saint / Sint di Dick Maas (2010)

Un film horror che ritrae San Nicolas come un vescovo assassino che rapisce e uccide bambini quando c’è la luna piena, il 5 dicembre.

  • Il regista del cult Amsterdamned rivisita in chiave horror la tradizione popolare olandese di Sinterklaas e lo ritrae come il demoniaco fantasma di un ex vescovo che risorge dalla tomba per portare morte e distruzione.
  • Al momento del rilascio, la locandina del film si è rivelata molto controversa. Diverse organizzazioni di genitori preoccupati hanno cercato di boicottare il poster, che presenta l’immagine di un “San Nicolas zombie” in contrapposizione al simpatico San Nicolas a cui sono abituati gli abitanti dei Paesi Bassi. Il regista olandese Johan Nijenhuis divenne il portavoce del movimento che cercò di boicottare il poster e andò persino in tribunale, sostenendo che il poster avrebbe danneggiato le festività natalizie e avrebbe causato traumi ai bambini piccoli. Il 4 gennaio 2011 il poster del film è stato insignito del TV Krant Filmposter Award 2010, il premio annuale olandese per il “miglior poster cinematografico dell’anno”, votato dal pubblico olandese.
  • Il titolo del film, Sint (o “Saint” in inglese) può sembrare vago e stranamente non specifico al pubblico non olandese, ma nei Paesi Bassi San Nicolas viene spesso chiamato semplicemente De Sint (“Il Santo”). .

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//kaushooptawo.net/4/6884838